Teleconsulto

Grazie al teleconsulto è oggi possibile riceve una diagnosi dermatologica direttamente online senza l’obbligo di recarsi presso lo studio medico. Ovviamente non tutte le patologie possono essere diagnosticate con il teleconsulto. E’ per questo che prima del pagamento puoi inviare i tuoi dati per ottenere una prima analisi gratuita.

Scrivi al dottore

Descrivendo il tuo problema e i tuoi sintomi

E' possibile un teleconsulto?

Ricevi una prima analisi gratuita

Diagnosi

Ricevi la diagnosi con il massimo della privacy garantita.

dottore-brunetti
Riproduci video
Riproduci video
Riproduci video

COMPILA IL FORM PRIMA DI DARE SEGUITO AL TELECONSULTO.
SE IL CASO RISULTASSE ELEGGIBILE PER IL TELECONSULTO SARAI RICONTATTATO PER PROCEDERE AL PAGAMENTO DI 40€.

L'Autoesame della pelle

LOGO MAPPINGap002

MappinGap è uno strumento utile per monitorare i cambiamenti che avvengono alla tua pelle.
L’applicazione è interamente finanziata dallo Studio Brunetti ed è stata sviluppata a Salerno in
collaborazione con la società Risorse Ambientali S.r.l. e l’arch. Alessandro Rosolia, è messa a disposizione
dell’utenza a titolo gratuito.
MappinGap non ha finalità diagnostiche ma se effettui le riprese fotografiche in modo corretto, con uno
sfondo neutro e sempre con la stessa illuminazione, rappresenta un utile strumento per conoscere e
monitorare la storia delle lesioni cutanee.

Differenze tra Teleconsulto e visita in ambulatorio

 Il teleconsulto non è sovrapponibile ad una visita: può avere dei vantaggi ma anche tanti limiti. Forse uno dei limiti maggiori è legato al fatto che con il teleconsulto si snatura completamente il rapporto medico-paziente. Nella visita de visu, di fatto, tra il medico ed il paziente si crea una empatia che a sua volta è frutto dell’incontro di due persone che si parlano guardandosi negli occhi; incontro in cui il paziente non solo mostra le sue manifestazioni cliniche ma possiamo dire anche le “ferite della sua anima”, le sue preoccupazioni o addirittura le sue angosce, per non parlare delle sue problematiche familiari e/o relazionali; senza contare che molte volte il dermatologo ha bisogno di toccare, palpare o accarezzare la pelle del paziente, cosa impossibile a livello telematico. Di seguito vengono segnalati alcuni limiti del teleconsulto per i quali non potrà mai sostituire la visita de visu (face to face): – scarsa qualità delle immagini legata a eventuali limiti tecnici della fotocamera usata del paziente – Quantità e qualità della luce utilizzata – Impossibilità di utilizzare alcuni strumenti tecnologici come il dermatoscopio, un microscopio, una lampada di Wood etc. Queste considerazioni ci aiutano pertanto a capire che il teleconsulto molte volte si deve limitare ad una valutazione iniziale con il semplice compito di identificare i malati che hanno bisogno di assistenza aggiuntiva in ambulatorio: se la visita via web è così considerata potrebbe addirittura migliorare l’accesso alle successive prestazioni dermatologiche da erogare in ambulatorio. Altre volte Invece il paziente, con una visita a distanza, può ricevere in tempo reale sia una corretta diagnosi che una adeguata terapia. In questi casi il teleconsulto costituirebbe un grande aiuto, con risparmio in termini economici e di tempo, specie nelle zone rurali oppure in realtà sanitarie in cui i dermatologi sono sempre meno numerosi. Solo se la teledermatologia verrà usata con senso di responsabilità tenendo ben chiari i suoi vantaggi ma anche ai suoi tanti limiti, potrà costituire una tappa nuova della disciplina dermatologica che sarebbe valorizzata e non svilita e allargherebbe le sue potenzialità.